Il nuovo bivacco Luca Pasqualetti è stato finalmente installato e reso operativo nella sua collocazione finale, sull’impervia cresta del Morion in Valpelline, di fianco allo scenografico foro della Becca Crevaye, a 3280 m di quota. Dopo il letargo durato un anno, il bivacco – già pronto, allestito e inaugurato a fine estate 2017 in località Lexert (Bionaz) – è stato elitrasportato in sito e assemblato in un’unica ma intensa giornata il 10 settembre, da parte di due squadre di lavoratori in azione a valle e a monte.

I complicati lavori di preparazione del sedime roccioso e d’installazione del basamento si erano infatti interrotti lo scorso autunno con il sopraggiungere della prima neve, per poi riprendere verso a fine agosto 2018 con rinnovato vigore, grazie al reperimento di nuovi fondi e alla partecipazione di molti volontari. Nonostante le molte variabili che possono incidere su un cantiere estremo come questo, in ogni fase tutto è andato per il meglio, grazie soprattutto alla perizia dei lavoratori e alle ottimali condizioni meteo di questa tarda estate.

La vicenda della realizzazione del bivacco si è dimostrata una straordinaria occasione di scambio e d’incontro tra persone e realtà diverse, mettendo in contatto la Toscana con l’alta Valpelline: un processo partecipato “dal basso”, portato a termine grazie alla generosità dei finanziatori e alla caparbietà dei volontari che, superando con poche risorse enormi difficoltà logistiche ed ambientali, hanno costruito un piccolo ma importante tassello per favorire la fruibilità e la scoperta consapevole di un territorio meraviglioso quanto selvaggio.

 

Il bivacco Luca Pasqualetti al Morion è di proprietà dell’associazione di volontariato Montagna Sarvadza ed è stato finanziato esclusivamente con fondi privati, ma è ovviamente aperto a tutti.
Al fine di garantire nel tempo una buona gestione e la sicurezza, Vi preghiamo di:
– mantenere pulito il bivacco, portare i propri rifiuti a valle, contribuire al ricambio delle scorte alimentari
– comunicare la propria presenza al bivacco o l’intenzione di recarvisi ai contatti di seguito indicati
– effettuare per ogni singola permanenza una donazione di 10 € a persona sull’iban IT89G05034 01201000000000212, oppure depositando la quota presso l’ufficio di Espri Sarvadzo a Valpelline.

ATTENZIONE! L’itinerario per raggiungere il bivacco presenta severe difficoltà alpinistiche. Se non dotati di consolidata esperienza su terreni difficili in alta quota, per l’ascensione al bivacco e per altri itinerari sulla cresta del Morion, si consiglia di rivolgersi alle guide alpine di Espri Sarvadzo.
Contatti: www.esprisarvadzo.it – esprisarvadzo@gmail.com – 328 2666642
Per maggiori informazioni: www.bivaccomorion.it

 

LA CARTA D’IDENTITA’ DEL PROGETTO

Nuovo bivacco Luca Pasqualetti al Morion
Becca Crevaye, 3280 m
Bionaz (AO), Valpelline

con il sostegno di
Famiglia Pasqualetti
Famiglia Gibello, in memoria di Giorgio
CAI sezione di Pontedera

da un’idea di
Espri Sarvadzo

con la partecipazione di
Istituto di Architettura Montana – Politecnico di Torino
LEAPfactory

con il patrocinio di
Comune di Bionaz
Cantieri d’Alta Quota
CAI sezione di Pontedera
Natura Valp

progetto architettonico e direzione lavori
arch. Roberto Dini, arch. Stefano Girodo

progetto strutturale
arch.ing. Corrado Curti

rendering
arch. Paolo Filipazzi

pratiche edilizie
geom. Fabrizio Venturini

indagine geologica
dott. Ivan Pervier

consulenza storico-critica
Luca Gibello – Cantieri d’Alta Quota

assemblaggio e arredi
Samuele Ballerio
Gianpaolo Ducly

fornitori
LEAPfactory
T.a.i.s.s.
Fa.st.co. Italy
PREFA – Emilio Rean e figli

lavori in sito
Edoardo Boero
Cristian Brédy
Leonardo Buffa
Roberto Dini
Marco Ferrari
Stefano Girodo
Sergio Petey
Daniele Pieiller
Giorgio Pieiller
Matteo Zuncheddu

trasporti
Pellissier Helicopter srl: Alessandro Busca / Andrea Pellissier / Alessandro Pellissier

fotografie
Grzegorz Grodzicki
Stefano Girodo
Pellissier Helicopter