Cantieri d’Alta Quota

CANTIERI D’ALTA QUOTA

È il primo organico tentativo di restituire le vicende che hanno portato alla costruzione dei rifugi, analizzando le motivazioni della committenza, le tecniche e i materiali edilizi, le figure dei progettisti, i valori simbolici e politici, gli immaginari collettivi; il tutto inquadrato all’interno degli accadimenti storici generali e delle evoluzioni sociali. Dal 1750 ai giorni nostri, dai prodromi dell’alpinismo ai modestissimi ripari degli eroici scalatori ottocenteschi, dal fenomeno dei rifugi-osservatorio a quello dei rifugi-albergo, dall’alpinismo e dall’escursionismo di massa fino alle opere recenti che si fanno segno forte nel territorio e rompono con l’immagine della baita. Grazie anche a più di 250 fotografie, vengono passati in rassegna circa 190 rifugi e 20 bivacchi in Italia, Francia, Svizzera, Germania, Austria e Slovenia.

 

Progetto scientifico: Luca Gibello, Roberto Dini, Giorgio Masserano

Prefazione: Enrico Camanni
Contributi: Pietro Crivellaro, Roberto Dini

Formato 21×26 cm
144 pagine di cui 16 a colori
Brossura cucita
Prezzo di copertina: 20 euro
ISBN 978-88-95734-94-1

 

Libro realizzato grazie al contributo di:
Fondazione Courmayeur
Ronchetta & C. srl, impresa edile, Sordevolo
A.N.A. sezione di Torino

Con il patrocinio di:
Club Alpino Italiano
Museo Nazionale della Montagna – Torino
Biblioteca Nazionale C.A.I.

Potete sfogliare alcune pagine del libro cliccando sul riquadro seguente.