Rifugio Duca d’Aosta

Geografia

Denominazione: Rifugio Duca d’Aosta

Quota: 2089 m slm

Coordinate GPS: 46.537908, 12.084981

Localizzazione: Versante sud-est delle Tofane, Cortina d’Ampezzo (BL)

Collocazione rispetto ai principali percorsi escursionistici, alpinistici, turistici: Alla Tofana de Rozes tramite la ferrata Lipella
Alla Tofana Terza tramite la ferrata Formenton
Al lago Ghedina, per sentieri 405 e 410
Alla cima della Tofana de Rozes, 3225 m, ore 2 EEA
Giro della Tofana de Rozes, ore 4 – 4.30 E, per sentieri 403 e 404

Percorsi di accesso: Da Piè Tofana, 1675 m, in seggiovia
Accesso estivo possibile in automobile tramite strada asfaltata nei pressi del rifugio

Note: /

Storia

Anno di prima edificazione: 1938

Progettista: Studio di architettura Kirschbichler di Bolzano

Cronologia delle principali modifiche e ricostruzioni:

Nel 1961 venne ampliato su progetto della studio tecnico Remo Zanettin di Cortina

Nel 1972 venne ampliata la terrazza

Nel 1982 modificata l’alimentazione della centrale termica, da legna a gasolio

Nel 2001 venne completamente ristrutturato

Cambi di denominazione: Nessuno

Cambi di proprietà: Nessuno

Committenza: Giuseppe Lancedelli

Costi: /

Normative o ragioni particolari che ne giustificano la costruzione e le sue trasformazioni:

/

Gestione

Attuale proprietà e gestione: Famiglia Lancedelli

Elenco proprietà e gestioni precedenti: Proprietà invariata m slm

Tipologia di ricettività: Rifugio con cucina

Posti letto: 18

Logistica: Strada sterrata percorribile con fuoristrada per i rifornimenti e seggiovia nelle vicinanze

Disponibilità di acqua: Si

Periodi di apertura: Dai primi di luglio al 10 settembre
Dai primi di dicembre a inizio aprile

Frequentatori: Fino agli anni ’60 la stagione più frequentata era quella estiva, dagli anni ’60 è più frequentato durante la stagione invernale

Sito web: www.rifugioducadaosta.com

Contatti: Telefono: 0436 2780
Fax: 0436 3312
E-mail: info@rifugioducadaosta.com

Descrizione

Elencazione e funzione dei vani per piano: Piano interrato: magazzini, cucina, servizi privati, locale termico
Piano terra: sala da pranzo, bar e servizi
Piano primo: camere con servizi privati e camera privata
Piano secondo: camere private (durante la stagione estiva vengono messe a disposizione dei clienti)

Presenza di spazi esterni attrezzati: Si

Strutture portanti e accessorie: Muratura in calcestruzzo armato e laterizio, solai in legno

Rivestimenti esterni: Intonaco e legno

Rivestimenti interni: Intonaco e legno

Pavimenti e soffitti: Pavimenti in piastrelle e parquet, soffitti intonacati o con la struttura dei solai a vista

Sistemi d'isolamento: Cappotto esterno e finestre con vetrocamera

Struttura di copertura: Tetto in legno ricoperto con lamiera

Impianti: Elettricità fornita dalla rete realizzata per gli impianti di risalita
Acqua da accumulo delle acque meteoriche potabilizzate con lampade UV, in inverno viene usata anche l’acqua stoccata nei laghetti per l’innevamento artificiale
Riscaldamento garantito da una caldaia a gasolio
Scarichi gestiti con fosse biologiche e subirrigazione

Eventuali problemi tecnici e criticità ambientali: /

Certificazioni o riconoscimenti: /

Stato di conservazione dell'edificio: Ottimo

Varie

/

Fonti

Cartografia di riferimento:

KOMPASS 1:50000 n. 55

TABACCO 1:50000 n. 2

TABACCO 1:25000 n. 3

Bibliografia:

Dolomiti e dintorni – rifugi e altevie della provincia di Belluno, Carlo Avoscan e Fabrizio Francescon, Arti Grafiche Zoppelli, 2011

Meridiani Montagna – Dolomiti Ampezzane, editorialeDomus, numero 79, anno 2016

Tesi:

/

Documentazione cartacea e iconografica:

Disegni relativi alla progettazione e costruzione del 1938.

Archivi: /

Siti:

www.rifugioducadaosta.com

 

Fonte diretta:

Gianluca Lancedelli