Prima
Prima della ristrutturazione

 

Adesso dopo la ristrutturazione (al centro, l'ingegnere Adolfo Zavelani Rossi)
Adesso (al centro, l’ingegnere Adolfo Zavelani Rossi)

Il 3 agosto, in occasione del raduno transfrontaliero delle genti Walser, s’inaugura la ristrutturazione di una particolare struttura “ibrida”: una cappella-bivacco, la cui realizzazione si deve a un drammatico fatto di cronaca. Il 29 dicembre 1953 Giampaolo Colombi, Franco Colombo e Riccardo Vannotti spirano stremati durante un’escursione scialpinistica nei pressi del passo Gries (2463 m), dopo la notte all’addiaccio a seguito di una straordinaria bufera bufera di vento e neve durata un giorno e mezzo che coinvolge 13 giovani del gruppo ASCI Milano IV Veritas. Sul luogo della tragedia, un altipiano al confine tra la Val Formazza e la Svizzera, nel 1964 su progetto di uno dei superstiti (l’ingegnere Adolfo Zavelani Rossi) e col supporto morale, economico e tecnico degli altri nove, si erige una cappella-bivacco per ricordare i compagni caduti e offrire riparo a chi dovesse trovarsi in situazioni di difficoltà. Sollevata da terra su un basamento di calcestruzzo, a sezione esagonale irregolare caratterizzata da due grandi falde inclinate che richiamano l’archetipo della capanna, la struttura in acciaio zincato e alluminio, completata da tamponature in legno, è realizzata a Lecco nel laboratorio dei fratelli Sala, appassionati scalatori, e poi smontata e rimontata al Gries con l’ausilio di una decina di rotazioni di elicottero per trasportare i semilavorati. L’anno scorso, dopo mezzo secolo d’uso che ha lasciato i segni del degrado, il manufatto è stato ricostruito con il supporto del CAI Formazza (che ne ha assunto la custodia) e di tutta la comunità della valle. È lo stesso Zavelani Rossi a rivisitare il progetto originario, migliorando la coibentazione, inserendo perlinature da 34 mm e aprendo due finestrelle sul fronte sud (in origine, la vetrata a nord che consentiva di officiare la Messa dall’interno verso l’esterno era stata prontamente tamponata per le infiltrazioni di vento e neve).